• c/o Presidio Polispecialistico «Felice Villa» - Via Isonzo, 42/B 22066 Mariano Comense (CO)
  • 031 755525 - 368 3404983
  • associazione@ilmantello.org
In

Progetto scuola

PROGETTO SCUOLA: comprendere ed aiutare bambini e ragazzi nelle esperienze di perdita | marzo 2019

Premessa
Sul territorio vi sono diverse proposte di supporto alle numerose forme di fragilità e spesso comprendono anche l’attivazione dei servizi nei consultori familiari o altro. Per quanto riguarda il sostegno nel lutto al minore, alla famiglia e alla scuola, l’offerta di consulenza e di strumenti è praticamente inesistente sia in termini preventivi che nell’emergenza.

Tutto questo a conferma della necessità di dare risposte a questo bisogno e di iniziare a costruire una cultura che investa l’esperienza della perdita e del lutto.

COME NASCE IL PROGETTO

Rilevazione di un bisogno
Il servizio di psico-oncologia, de IL MANTELLO Associazione di volontariato di Mariano Comense, ha rilevato il bisogno di orientarsi maggiormente all’accompagnamento di bambini e ragazzi che vivono esperienze di lutto o di perdita.

Ciò ha condotto ad una riflessione sul significato che il lutto può avere nell’esperienza di un bambino o di un ragazzo.

Da queste considerazioni è nata l’esigenza di promuovere un progetto che, oltre a coinvolgere i familiari – come già accade presso il Servizio di Psico-Oncologia -, inserisca anche la scuola e le agenzie educative del territorio in un’ottica di lavoro di rete.

La risposta
Per una associazione che opera nell’ambito delle Cure Palliative, che ha come mission anche la diffusione di questa cultura, sta diventando sempre più urgente affrontare il tema delle perdite e dei lutti non solo quando avviene il fatto, ma iniziare, sin dalla scuola, a supportare i bambini/adolescenti nell’affrontare la quotidianità della vita soprattutto nei momenti difficili, iniziando ad esempio dai piccoli lutti.

La vita è costellata da perdite e lutti. Questa esperienza, in sé critica, non deve essere subita, ma affrontata per essere trasformata in opportunità di crescita.

In questo scenario gli educatori (scuola e agenzie educative) hanno un ruolo determinante verso i bambini/adolescenti.

Dopo una attenta analisi IL MANTELLO Associazione di volontariato si è posto l’obiettivo di proporre alle scuole e alle agenzie educative presenti sul territorio un progetto di sensibilizzazione e di formazione rivolto a coloro che accompagnano bambini/adolescenti nel loro percorso formativo/educativo.

La proposta
Promuovere un progetto che inserisca la scuola e le agenzie educative presenti sul territorio, con l’obiettivo di proporre, a coloro che accompagnano bambini e ragazzi, un percorso di sensibilizzazione e di formazione.

Costruire una rete territoriale, in cui la scuola e le altre agenzie educative, possano rappresentare, in sinergia con i familiari, un contesto supportivo nelle esperienze dolorose dei minori.

La sfida
Trasformare le situazioni, in sé critiche, in opportunità di crescita, quindi aiutare a capire e vedere l’altra faccia della luna per poi ripartire.

Obiettivo del progetto formativo L’ALTRA FACCIA DELLA LUNA è di contribuire a costruire questa cultura.

Destinatari
Docenti della Scuola dell’Infanzia, Primaria ed agenzie educative presenti sul territorio della Provincia di Como.

Obiettivi del progetto
Fornire conoscenze, competenze e modalità operative a coloro che hanno responsabilità educative nell’aiutare i ragazzi, nelle diverse fasce di età, ad affrontare le perdite e i lutti che dovranno affrontare nella vita
Migliorare la capacità di gestione degli eventi (perdite e lutti) che si dovessero verificare nei diversi contesti nei quali i ragazzi vivono le proprie esperienze.

Struttura
Il percorso formativo è strutturato in 3 incontri della durata complessiva di 12 ore con frequenza settimanale.
Viene proposta una metodologia didattica attiva che prevede, alternanza di sessioni teoriche e lavori in sottogruppo con facilitatore. I corsi sono gestititi dalle psico-oncologhe e volontari dell’Associazione.

Il percorso formativo L’ALTRA FACCIA DELLA LUNA è stato presentato nel 2011 alle istituzioni: all’Ufficio Territoriale Scolastico per la Lombardia, all’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) Insubria, alla Provincia di Como che, annualmente, ci concedono il patrocinio. Anche per l’anno scolastico 2018-2019 ci hanno concesso il patrocinio.

Attività svolta sino a marzo 2019
Le attività didattiche sono iniziate nel 2012. Nel periodo 2012-2018 sono state erogate 18 edizioni ed hanno visto la partecipazione di 455 insegnati prevalentemente della scuola dell’infanzia e della scuola primaria.  Per l’anno scolastico 2018-2019 sono pianificate due edizioni.

A marzo 2019 i partecipanti complessivi sono 480.

Sviluppo del progetto scuola
Alcuni insegnati che hanno partecipato al corso L’ALTRA FACCIA DELLA LUNA hanno evidenziato la necessità di coinvolgere gli alunni e le loro famiglie in questo percorso formativo.

Da questa richiesta sono stati progettati due percorsi rivolti agli alunni della scuola primaria e ai loro genitori e precisamente:

  • LE SCARPETTE DI DOROTHY: i bambini e le esperienze di cambiamento e perdita: rivolto agli alunni delle classi 1, 2, 3 della scuola primaria
  • ATTRAVERSANDO IL PONTE: i bambini e le esperienze di cambiamento, passaggi e perdite: rivolto agli alunni della classe 5 della scuola primaria

Entrambi i percorsi prevedono 3 incontri di 2 ore in classe con gli alunni e le loro insegnanti e 2 incontri di 2 ore con i genitori. Gli incontri sono gestiti dalle psicologhe e volontari dell’Associazione.

Stato dell’arte
Le attività sono iniziate nell’anno scolastico 2012-2013. Nel periodo 2013-2018 sono stati erogati 48 corsi ed hanno visto il coinvolgimento di 935 alunni.
Per l’anno scolastico 2018-2019 sono stati pianificati 12 corsi per un totale di 240 alunni coinvolti 240.

Per quanto riguarda i genitori la partecipazione (mediamente) è del 30%.

Tutte le spese di organizzazione, progettazione ed erogazione delle 3 iniziative sono a carico dell’Associazione. La partecipazione ad entrambe le iniziative, per la scuola, è gratuita.

Complessivamente il volume di attività collegate ai 3 progetti, aggiornate a marzo 2019, sono:

  • L’altra faccia della luna …..480
  • Le scarpette di Dorothy …..580 (totale 2018-2019)
  • Attraversando il ponte ……595 (totale 2018-2019)
  • Genitori (30%) ………………320

Totale persone coinvolte ……. 1.975

I partecipanti ai progetti a tutte le nostre iniziative – L’ALTRA FACCIA DELLA LUNA, LE SCARPETTE DI DOROTHY e ATTRAVERSANDO IL PONTE – appartengono agli Istituti Comprensivi della Provincia di Como.  

Il percorso formativo L’ALTRA FACCIA DELLA LUNA è rivolto a insegnanti della scuola dell’Infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

La partecipazione di questi ultimi è stata molto bassa, per cui il 17 ottobre 2017 è stata organizzato un incontro rivolto agli insegnanti della scuola secondaria di primo grado, con il prof. Ivo LIZZOLA dell’Università degli studi di Bergamo, dal titolo: Affrontare il tema della fragilità con i preadolescenti, gli adolescenti e i loro adulti di riferimento.

In quell’occasione è stato presentato il progetto LE ALI DI ICARO destinato a insegnanti della scuola secondaria di primo grado della Provincia di Como. L’obiettivo del percorso formativo che si propone è di migliorare le conoscenze, le competenze e le modalità operative nell’aiutare i ragazzi a riconoscere e ad affrontare la sofferenza provocata da perdite, distacchi e insuccessi

Con il patrocino dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, l’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) Insubria e la Provincia di Como è stato proposto il percorso formativo LE ALI DI ICARO rivolto agli insegnanti della scuola secondaria di primo grado.

Struttura
Il percorso formativo è strutturato in 3 incontri della durata complessiva di 12 ore con frequenza settimanale.

Viene proposta una metodologia didattica attiva che prevede, alternanza di sessioni teoriche e lavori in sottogruppo con facilitatore. I corsi sono gestititi dalle psico-oncologhe e volontari dell’Associazione.

Nell’anno scolastico 2017-2018 sono state erogate due edizioni per un totale di 30 insegnanti.
Su richiesta di alcuni insegnati abbiamo sviluppato un progetto mirato in modo specifico ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado e ai loro genitori dal titolo A CAVALLO DELLA FENICE.

Il progetto nasce per rispondere al bisogno di sostenere e orientare i preadolescenti nelle situazioni di cambiamento, perdita, lutto all’interno del contesto in cui sono inseriti.

Struttura
Il percorso formativo è strutturato in 3 incontri della durata complessiva di 12 ore con frequenza quindicinale.
Viene proposta una metodologia didattica attiva che prevede, alternanza di sessioni teoriche e lavori in sottogruppo con facilitatore. I corsi sono gestititi dalle psico-oncologhe e volontari dell’Associazione.

Nell’anno scolastico 2018-2019 sono previste 2 edizioni per un totale di 40 studenti. A fine percorso è pianificato un incontro con i genitori e gli insegnati.

Messaggi di fondo ai genitori, insegnanti ed educatori

“Non possiamo evitare ai bambini e ai ragazzi le piccole e grandi frustrazioni, ma possiamo dar loro gli strumenti per affrontarle… ACCOMPAGNANDOLI SENZA SOSTITUIRCI A LORO”
Sono due le cose che i bambini dovrebbero ricevere dai loro genitori: le radici e le ali”

Goethe